Consegna gratis da 60€
Per informazioni + 39 0143 489521 o info@erbaflor.com
integratori energetici

integratori energetici se sei a corto di energia

Gli integratori energetici  sono utili nei giorni in cui sei a corto di energie e ci si sente davvero a terra, soprattutto in estate, quando le temperature aumentano e anche solo alzarsi dalla sedia risultare essere un’impresa titanica. Fortuna che in commercio esistono gli integratori energetici, pronti a darci la giusta spinta. Ma cosa si intende per integratore energetico e quale assumere? Scopriamolo insieme.

Che cosa sono gli integratori energetici e cosa contengono?

Gli integratori energetici sono supplementi alimentari composti da vitamine, sali minerali, amminoacidi, carboidrati ed estratti vegetali studiati per aumentare le energie e migliorare le performance sia fisiche che mentali.

Rappresentano un valido aiuto per supportare l’organismo in particolari condizioni di stress e per ritrovare l’energia necessaria allo svolgimento delle sue funzioni.

Nel dettaglio gli ingredienti principali che li compongono sono:

  • vitamine: concorrono a trasformare il cibo in energia e sono essenziali per il corretto metabolismo energetico. Ricordiamo fra le più importanti le vitamine del gruppo B, C, E ed acido folico.
  • sali minerali: sono necessari a mantenere l’equilibrio elettrolitico dell’organismo, essenziale per mantenere efficiente la trasmissione degli impulsi elettrici sia a livello neuronale che a livello muscolare. Insieme alle vitamine sono i principali cofattori della sintesi proteica, della respirazione cellulare e della glicolisi, tutti cicli chimici di notevole importanza per l’approvvigionamento di ossigeno ed energia per le cellule. I più importanti sono magnesio, potassio, calcio, ferro e zinco.
  • amminoacidi: sono i “mattoncini” che costituiscono le proteine e che svolgono importanti funzioni per il mantenimento dell’omeostasi cellulare. Intervengono direttamente nella sintesi proteica, importantissima per il rinnovamento cellulare e per la costituzione di nuovo tessuto muscolare, cartilagineo, delle unghie e dei capelli. Sono coinvolti nei processi necessari a produrre energia come la gluconeogenesi e l’ossidazione degli acidi grassi e sono una fonte energetica alternativa a grassi e zuccheri. A livello neuronale costituiscono i precursori di molti neurotrasmettitori che partecipano all’apprendimento e alla Fra i principali ci sono carnitina, arginina, alanina, acido glutammico, isoleucina e taurina.
  • carboidrati: rappresentano la principale fonte energetica per l’organismo. Dal metabolismo dei carboidrati viene infatti prodotto glucosio, carburante che alimenta tutte le attività cellulari. All’interno degli integratori energetici si possono trovare carboidrati semplici come glucosio e fruttosio, di più rapido assorbimento, oppure complessi come amido e maltodestrine.
  • Estratti vegetali: molte piante vengono impiegate da secoli dalla tradizione erboristica per aumentare l’energia e per migliorare la reazione dell’organismo allo stress fisico e mentale. Contengono sostanze ad attività eccitante, come la caffeina negli estratti di caffè verde e guaranà, oppure adattogena, come il salidroside nella rhodiola o i ginsenosidi nel ginseng.

Per chi sono indicati gli integratori energetici?

Generalmente i maggiori utilizzatori di integratori energetici sono gli atleti, i quali necessitano di energia a rapido rilascio per migliorare le prestazioni sportive oppure di rintegrare sali minerali essenziali per combattere la debolezza muscolare e l’affaticamento.

Non solo gli atleti però sono i soggetti per cui è indicato l’uso di tali supplementi nella propria dieta.

Tra le categorie di persone che potrebbero manifestare più facilmente problematiche come stanchezza e difficoltà di concentrazione figurano coloro che sono sottoposti a regimi dietetici restrittivi finalizzati al dimagrimento oppure i vegetariani e i vegani. I primi dovranno prediligere dei prodotti a ridotto contenuto di carboidrati per tenere sotto controllo calorie e picco glicemico, mentre i secondi supplementi alimentari ricchi di proteine, amminoacidi, ferro e vitamina B12 che sono difficili da reperire negli alimenti di origine vegetale.

Anche coloro che hanno deficit nutrizionali, causati da malassorbimento oppure da particolari condizioni mediche, sono individui che possono tratte beneficio dall’assunzione di integratori per ripristinare i livelli di nutrienti necessari a recuperare forza e vitalità.

Oltre alle tre categorie di persone sopracitate possiamo includere anche gli individui soggetti a carichi di extra lavoro mentale come studenti, insegnanti e i professionisti impegnati oppure a coloro che hanno una vita frenetica, con mille impegni ed attività che possono esaurire le riserve di energia.

In ultimo ricordiamo anche le persone in convalescenza, che si stanno riprendendo da una malattia o a da un intervento chirurgico e che hanno bisogno di ritrovare le forze. Per loro potrebbero essere utili i multivitaminici e i ricostituenti a base di amminoacidi e microelementi utili a supportare difese immunitarie.

Quali sono gli integratori energetici naturali più efficaci?

Esistono prodotti di origine naturale che rientrano all’interno della composizione di molti integratori per ritrovare tono e vigore. Come abbiamo accennato nei paragrafi precedenti, gli estratti vegetali rappresentano una fonte di sostanze utili ad incrementare la capacità dell’organismo di reagire a situazioni di stress fisico e mentale.

Tra le piante principali ricordiamo il ginseng, di cui si impiegano le radici tuberose per la formulazione di diversi preparati energetici.

Grazie alla presenza di saponine triterpeniche denominate ginsenosidi, gli estratti della radice sono in grado di stimolare la produzione e il rilascio degli ormoni coinvolti nell’innesco della risposta a situazioni stressogene. Inducono cioè la stimolazione del sistema nervoso centrale e l’aumento dei processi metabolici necessari a trasformare le riserve di glucosio e grassi in energia, favorendo resistenza fisica e migliori performance mentali.

Altra essenza botanica dalle virtù adattogene è l’eleuterococco, conosciuto anche con il nome volgare di ginseng siberiano. Ha una larga tradizione di impiego in Russia, dove veniva integrato nella dieta degli atleti olimpici e degli astronauti nei lunghi periodi di permanenza nello spazio.

Diversi studi ne hanno dimostrato l’attività immunostimolante contro le infezioni da batteri e virus e la capacità di migliorare i sintomi di affaticamento cronico, rendendolo un integratore naturale particolarmente efficace in caso di convalescenza oppure per aumentare la resistenza fisica.

Terza sul podio è la rodiola, una pianta appartenente alla famiglia delle Crassulaceae, molto diffusa nelle regioni artiche e nelle aree montuose europee ed asiatiche. Si utilizzano gli estratti della radice per migliorare la capacità di effettuare esercizi fisici e mentali e per incrementare il senso di benessere generale. Viene anche assunta nell’ambito delle diete ipocaloriche per la sua duplice azione di sostegno e di promozione della perdita di peso.

Ultima ma non per importanza è la withania, chiamata nella tradizione ayurvedica da cui proviene con il termine ashwagandha o ginseng indiano; nella medicina popolare indiana si utilizzano sia le radici che i frutti nei preparati prescritti per diverse condizioni muscolo-schelettriche come artrite e reumatismi, per aumentare l’energia e per migliorare salute e longevità.

Recenti studi hanno inoltre evidenziato come la supplementazione orale di withania si sia dimostrata efficace nel miglioramento della memoria e delle funzioni cognitive in 50 soggetti con sintomi demenza precoce.

Benchè fuori dalla categoria delle piante officinali, non possiamo non citare la pappa reale e l’alga spirulina la cui efficacia le ha fatte rientrare a pieno titolo negli ingredienti impiegati nella formulazione di integratori energetici.

Questi due prodotti sono ricchissimi di proteine e amminoacidi essenziali, vitamine del gruppo B, carotenoidi, micro e oligoelementi e sono ottimi ricostituenti non solo per individui anziani ed adulti ma anche per bambini e adolescenti che soffrono di astenia e mancanza di energie.

Conclusioni

Ci sono momenti nella vita che richiedono una dose extra di energia mentale e fisica.

Per ritrovare forza, vitalità e focus in modo naturale ci vengono in soccorso un nutrito gruppo di prodotti che vanno sotto il nome di integratori energetici.

Formulati con vitamine, sali minerali, amminoacidi, carboidrati ed estratti vegetali contribuiscono a sostenere e a migliorare le performances contrastando gli stati di debolezza e di confusione mentale che possono minare la nostra vita quotidiana.

Attenzione però! Per la scelta dell’integratore più adatto alle tue esigenze, fatti consigliare dal tuo erborista, farmacista o medico di fiducia. Ti sapranno indicare il migliore in base alla sintomatologia e agli obiettivi che intendi raggiungere fra un ventaglio di soluzioni naturali e sicure e ritroverai così la giusta carica per affrontare con positività le tue giornate.

Ultimi articoli

geloni

Geloni

Geloni: cause, sintomi e trattamento I geloni, noti anche come eritema pernio o perniosi, sono

Ottimizzato da Optimole